sab 3 Feb

Play&Paper&Movie

Dalle 17:00 alle 19:00
Luogo: Fabbrica del Vedere – Archivio Carlo Montanaro
Indirizzo: Calle del Forno, 3857 - Venezia, 30121 Italia (Indicazioni stradali)

Giocare in inglese si dice play che vuol dire anche recitare o suonare.

Iniziamo allora dalle gare con più giocatori che si rincorrono su un tabellone grazie alle indicazioni dei dadi. Un tabellone che, al di là del gioco dell’oca nelle varie fogge, può far giocare addirittura al cinema:
– in una prima versione degli anni ’40 si chiamava HOLLYWOOD, era edito dalla Editrice Giochi e aveva una confezione di cartone lucido che sembrava una “pizza” di celluloide;
– mentre il GIOCO DEL CINEMA distribuito su licenza RAI nel 1989 era edito da Imagommage.

La carta da gioco sitentetizza efficacemente la problematica, oltre che serve a coinvolgere l’adrenalina dell’azzardo. Graficamente questi strumenti ludici possono assumumere le fisionomie più diverse arrivando presto ad ispirarsi al cinematografo, perfino con caricature e arrivando perfino al disegno anamorfizzato.

Ma la carta può sostituire per gioco materiali molto più consistenti come ad esempio la La Lanterna Magica (Cinebana) o Proiettori giocattolo che, dalla fine degli anni ’20, per i bimbi di tutto il mondo utilizzavano pellicole di… carta…
– CINE SKOB Barcellona fine anni ’20
– NIC – TOPOLINO KINO 1933 concessionaria SAR Milano
– CINEPOLI 1935 circa brescia

E può servire, la carta, nel campo del vedere a promuovere e divulgare come si può evincere da pochi esempi di cartoncini colorati al cromolito, sagomati e animati.

Per il CARNEVALE di Venezia 2018 nel quale il CREATUM evoca la CIVITAS LUDENS, insomma,

LA FABBRICA DEL VEDERE a Cannaregio 3857, spazia nelle collezioni Montanaro/D’Este per divertire e meravigliare esponendo rarità minimali di ogni genere ma squisitamente CARTACEE: PLAY&PAPER&MOVIE

dalle 17.00 alle 19.00
chiuso il martedi
ingresso libero

Come raggiungere l'evento