Ballata delle Maschere con “Il Taglio della Testa al Toro”


Dettaglio eventi


La Festa del Giovedì Grasso

L’Associazione “Compagnia L’Arte dei Mascareri” organizza cura e promuove la seconda edizione della Ballata delle Maschere; ques’anno per la prima volta in compagnia del Toro, i 12 pani e i 12 porci.

Riprendiamo e interpretiamo l’antico aneddoto nel giorno di Giovedì Grasso dell’anno 1162 in cui si celebrava la vittoria del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia con i 12 Feudatari ribelli.
In memoria del tentativo di insurrezione soffocato nel sangue , ogni anno anche i successori del Patriarca dovevano inviare in dono e a risarcimento al Doge in carica un toro 12 pani e 12 porci ben pasciuti.
Il toro-Patriarca con i 12 Porci-Feudatari venivano messi allo scherno della pubblica piazza con un rituale che prevedeva al suo culmine lo spettacolare taglio della testa del toro , da qui il detto tutto veneziano “Tagiar la testa al toro “ che significa chiudere la faccenda definitivamente . anche sinonimo di soluzione rapida , secca anche se dolorosa…..
Gli animali venivano successivamente macellati e cucinati e la loro carne distribuita durante i banchetti tra i nobili il clero il popolo e i carcerati.

La compagnia invita tutti a partecipare in maschera, possibilmente quelle artigianali vere veneziane , alla festa che avrà inizio giovedì 23 Febbraio con ritrovo presso Campo Santa Margherita alle ore 14.30:

Programma

ore 15.00 prologo d’intrattenimento

ore 15.30 partenza con il seguente itinerario: -San Barnaba -Accademia -Campo S. Stefano -Via XXII marzo

Nello svolgersi del percorso ci saranno dei momenti di spettacolo

Ore 16.30 arrivo in Piazza S. Marco con grande spettacolo conclusivo

Ospiti del Corteo della Compagnia l’Arte dei Mascareri:

Le Marie, che porteranno i 12 pani

Il Gruppo del Carnevale di Comelico

I Tamburi della Scuola di Conegliano

Trampolieri

Atelier Carro Navalis

A Chi desidera partecipare attivamente come figurante, l’Associazione mette a disposizione in prestito mantello e maschera legato al tema della Ballata.

Per info: Sergio Boldrin tel. 041 5223857 Francesca Cecamore tel. 041 2410071

artedeimascareri @gmail.com

La Bautta, regina delle maschere veneziane, che permetteva di mangiare senza dover essere levata. (Gaetano Gherardo Zompini, 1700-1768)
RISPARMIA CON IL CITY PASS UFFICIALE DI VENEZIA

Salta la coda e accedi a musei, chiese e trasporti di Venezia

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul sito del Carnevale di Venezia. Ulteriori informazioni   Ho capito